Vasto, in mansarda una serra con 20 piante di marijuana: arrestato

Un tunisino di 31 anni si era attrezzato con lampade a led, impianti di irrigazione e ventilazione per produrre la droga in casa: scoperto dai carabinieri

VASTO. Aveva trasformato la sua mansarda in una serra per coltivare cannabis sativa con lampada a led, impianti di irrigazione e ventilazione. La scoperta è stata fatta dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vasto ed ha portato all'arresto di un tunisino, Mohamed Ben Chattouh, 31enne residente a Vasto, per detenzione e coltivazione di una piantagione di marijuana. Nel corso della perquisizione domiciliare i carabinieri, all'interno di un gazebo, hanno trovato 20 vasi con altrettante piante di cannabis sativa già in fioritura e materiale per confezionare le dosi. Il tunisino è stato rinchiuso nella casa circondariale di Torre Sinello mentre la piantagione è stata posta sotto sequestro. «Le

indagini proseguono - spiega il maggiore Giancarlo Vitiello, comandante della Compagnia Carabinieri di Vasto - per verificare se vi siano responsabilità anche di altre persone in quanto, a maturazione completa, il raccolto avrebbe fruttato almeno 5 chilogrammi di sostanza stupefacente». 

TrovaRistorante

a Chieti Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore