Francavilla, uccide la padrona di casa dopo la lite per gli affitti non pagati

La vittima è una psicologa di 45 anni, Monia Di Domenico. L'uomo l'ha colpita alla testa nell'appartamento di via Monte Sirente 65, la pattuglia dei carabinieri chiamata da un inquilino lo avrebbe poi sorpreso mentre tentava di nascondere il corpo della donna nel sottotetto

FRANCAVILLA AL MARE. Uccide la padrona di casa e tenta di nasconderne il cadavere. Finisce in tragedia una lite tra inquilino moroso e padrona di casa in via Monte Sirente 65 di Francavilla al Mare (Chieti). La lite - scoppiata perchè da mesi l'uomo non pagava l'affitto di casa - è avvenuta nell'abitazione presa in affitto dall'assassino, che in un impeto d'ira avrebbe colpito alla testa la donna con una pietra o un posacenere, anche se la morte sarebbe stata causata da un taglio alla gola.

Il luogo della tragedia in via Monte...
Il luogo della tragedia in via Monte Sirente di Francavilla al Mare (foto di Giampiero Lattanzio)

La vittima è una 45enne di Pescara, Monia Di Domenico, psicologa alla clinica di Villa Serena di Città Sant'Angelo, proprietaria con la famiglia originaria di Colonnella (Teramo) dell'appartamento dato in locazione a Giovanni Iacone, 48 anni originario di Firenze ma residente a Francavilla. La pattuglia dei carabinieri intervenuta su richiesta di un inquilino preoccupato dalle urla avrebbe bloccato l'omicida mentre tentava di nascondere il corpo della dottoressa - ormai morta - avvolta in un lenzuolo sul sottotetto. La dinamica dell'omicidio non è ancora molto chiara, ma interrogato nella caserma dei carabinieri dal pm Giuseppe Falasca ha confessato tutto.

+ + + SEGUI GLI AGGIORNAMENTI + + +

TrovaRistorante

a Chieti Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis